Svelato come le varianti del coronavirus sfuggono agli anticorp

0
217

Le principali preoccupazioni sulle varianti emergenti del coronavirus SARS-CoV-2 sono legate al rischio di maggiore virulenza/letalità e trasmissibilità, oltre che sulla capacità di resistere agli anticorpi neutralizzanti, sia quelli indotti da una precedente infezione naturale che quelli innescati dalla vaccinazione. Le mutazioni che conferiscono questo “potere” al patogeno pandemico vengono chiamate mutazioni “di fuga immunitaria” e sono state identificate nelle principali varianti di preoccupazione (VoC) attualmente in circolazione: la variante sudafricana B.1.351 o 501Y.V2; la variante brasiliana P.1 (o Variant of Concern 202101/02 – 20J / 501Y.V3); la variante indiana B.1.617 (suddivisa nei sottogruppi “figli” B.1.617.1, B.1.617.2 e B.1.617.3); e anche in casi della variante inglese o B.1.1.7 (o Variant of Concern 202012/01 – VOC-202012/01).

L’articolo completo su scienze.fanpage.it