Linfoma diffuso a grandi cellule B: si ampliano le possibilità terapeutiche

0
240

Con un nuovo anticorpo monoclonale diretto contro l’antigene CD19 che ha avuto da qualche giorno il parere positivo del comitato di esperti CHMP dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), si amplia la disponibilità di nuove opzioni terapeutiche contro il linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL) recidivante o refrattario. E sebbene, secondo gli esperti, è ancora presto per dire definitivamente addio alla chemioterapia in questa malattia onco-ematologica, le speranze di poter trattare in modo efficace i pazienti anche in linee terapeutiche oltre la prima o la seconda aumentano. A parlarne, nel corso di un media tutorial sulla patologia che si è tenuto online il 28 giugno, sono stati alcuni degli esperti dei Centri di riferimento italiani nel trattamento dei linfomi.

L’articolo completo su www.popsci.it